Menu

(Saverio Cammalleri) Il mese di gennaio è stato caratterizzato anche da un evento che ha destato curiosità in tutto il mondo e cioè che i contribuenti greci, in segno di protesta nei confronti dei poteri politici ed economici, hanno deciso di non pagare le tasse.

Intanto tra i blog e tra i media si legge che la BCE starebbe pensando di chiudere i rubinetti alla Grecia, tagliando gli aiuti stabiliti per far risollevare il Paese, nel caso in cui il prossimo Governo non rispettasse le regole imposte da Bruxelles. La compagine politica che riuscirà a vincere le elezioni si troverà di fronte ad un bivio: da un lato cittadini esasperati, disperati ed arrabbiati, dall’altro l’Unione Europea e le sue regole, la cui mancata osservazione causerebbe la perdita di compensi essenziali per restare in vita. Una situazione non facile che rischia di fare dei cittadini delle vittime, qualunque sia la scelta. Intanto si sa da fonti istituzionali ed economici che così continuando la Grecia nel giro di poche settimane potrebbe non esistere più. A questo punto l’ipotesi sarebbe quella di uscire dalla zona Euro. Ma con quali prospettive per la Grecia? ... continua a leggere (Pag. 2).